Lavori pubblici

Pue “Le Tre Grazie”, arriva la tensostruttura

L’opera, da realizzarsi tra via Verdi e via Pesce, dovrà essere consegnata entro luglio 2020

Attualità
Monopoli mercoledì 11 ottobre 2017
di La Redazione
Un esempio di tensostruttura
Un esempio di tensostruttura © n.c.

Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici, Angelo Annese, e dell’assessore alla Pianificazione integrata del territorio e demanio, Stefano Lacatena, la Giunta comunale ha approvato la variante al Piano urbanistico esecutivo denominato “Le Tre Grazie” (Effecostruzioni srl) e il progetto delle opere di urbanizzazione primaria e delle urbanizzazioni secondarie.

Nel dettaglio, è prevista la realizzazione di una tensostruttura sportiva da realizzarsi nell’area tra via Amleto Pesce e via Giuseppe Verdi, la cui approvazione del progetto esecutivo è stata demandata all’Area organizzativa III Lavori pubblici.

L’opera, da consegnare al Comune di Monopoli entro il mese di luglio 2020, così come da cronoprogramma allegato alla delibera, dovrà essere idonea allo svolgimento di manifestazioni sportive in conformità alla normativa vigente con particolare riferimento alle norme Coni. L’impianto sportivo dovrà essere omologabile alla pratica sportiva di discipline, indicate dall’amministrazione comunale, compatibili con le dimensioni dello spazio di attività sportiva, il tipo di superficie di gioco, il livello di illuminamento indicato nel progetto, la capienza degli spettatori e la dotazione di servizi di supporto per il pubblico e gli atleti. Tra il Comune e la ditta richiedente sarà sottoscritta apposita convenzione, disciplinante i relativi obblighi.

Il Pue “Le Tre Grazie” fu approvato con deliberazione di Giunta comunale 199 del 30 novembre 2012, nella quale fu stabilito che il progetto definitivo delle opere di urbanizzazione primarie sarebbe stato approvato con successiva deliberazione di Giunta comunale.

«È un risultato importante quello raggiunto oggi con l’approvazione della variazione al Pue “Le Tre Grazie” in quanto la realizzazione della tendostruttura soddisfa quell’esigenza di impianti sportivi già indicata nello dello “Studio di fattibilità e di analisi dell’impiantistica sportiva in ambito comunale” (Piano dello Sport) redatto dall’ing. Pierino Profeta. Un impianto che da cronoprogramma dovrebbe essere pronto in meno di tre anni e che sarà realizzato senza alcun costo per le casse comunali», sottolinea Lacatena.
Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette