Il progetto

“Vivere il tempo libero” alla scoperta di Egnazia

Domani appuntamento con l'associazione Amici di San Salvatore

Attualità
Monopoli martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
Il Museo nazionale e parco archeologico di Egnazia
Il Museo nazionale e parco archeologico di Egnazia © n.c.

Alla scoperta del parco archeologico di Egnazia con l'associazione Amici di San Salvatore.

Mercoledì 18 aprile il nuovo appuntamento delle tappe del tour 2018 proposto per “Vivere il tempo libero”, il progetto sostenuto dalla Fondazione Con il Sud nell'ambito del Bando Volontariato 2015 e patrocinato dal Comune di Monopoli.

Come partecipare
Gli itinerari sono progettati e condotti da Angela Nistrio, guida turistica abilitata in ambito artistico-culturale e referente di progetto. Si consiglia di dotarsi di macchina fotografica per immortalare i paesaggi e le scene che più si apprezzeranno lungo gli itinerari. Sarà realizzato un video con tutte le foto scattate soprattutto dai ragazzi diversamente abili. Gli spostamenti saranno effettuati con automezzo messo a disposizione dall’Adv Amici di San Salvatore.

Ulteriori informazioni o prenotazioni alla mail salviamosansalvatore@monopolizzando.it o al numero 333 4462278.

Gli Amici di San Salvatore in pillole
L’associazione, costituitasi nel 2012, ha come scopo la tutela del territorio e del patrimonio storico artistico culturale del centro storico di Monopoli ponendo attenzione alla scoperta, alla conoscenza, al recupero e valorizzazione della chiesa di San Salvatore, riaperta al pubblico dopo un oblio di oltre quarant’anni. Promuove lo studio e la conoscenza del patrimonio culturale della Città di Monopoli. Organizza itinerari storico-artistici. Sensibilizza le giovani generazioni sull’importanza della tutela e della valorizzazione del patrimonio artistico architettonico, mediante seminari e laboratori nelle scuole di ogni ordine e grado. Si organizzano convegni sull’arte locale.

L'associazione partecipa in qualità di partner al progetto Reti locali di Volontariato 2015, sostenuto dalla Fondazione con il Sud "Vivere il tempo libero", al fine di far scoprire e far conoscere ai ragazzi diversamente abili in modo particolare, le bellezze storico-artistiche della città, delle campagne e del territorio limitrofo e progettare e costruire itinerari idonei e sostenibili per i più deboli insieme ai più deboli.

Lascia il tuo commento
commenti