La periferia a Nord di Monopoli

Via Marina del Mondo, un lungomare abbandonato

Una lunga strada con pista ciclabile vicino al mare, costeggiata da alberi ed erbacce, e tutto intorno terreni e strutture che si possono riconvertire grazie a progetti ecosostenibili

Attualità
Monopoli lunedì 25 giugno 2018
di Ruben Rotundo
via Marina del Mondo
via Marina del Mondo © google.maps

Si trova nella zona nord di Monopoli, c’è qualche azienda, qualche cantiere navale, qualche terreno, una scuola ed un centro sportivo. In un punto distante dalla strada è ubicato il canile comunale che si affaccia in uno specchio di mare protetto da un divieto di balneazione, sia perché c’è una riserva marina e sia perché lì c’è il depuratore comunale.

Passeggiando in una calda domenica pomeriggio lungo la pista ciclabile è facile notare lo stato in cui versa l’intera area. Erbacce, rifiuti di ogni genere, accessi dissestati, scogliera deturpata e calette abbandonate.

È un peccato. Perché quella strada è molto frequentata da chi pratica sport, in quanto periferica e poco utilizzata dalle auto, ma con un piccolo sforzo, a costo quasi zero, potrebbe diventare una via di grande interesse sportivo ed ambientale, essendoci spazi aperti che potrebbero essere utilizzati per aree verdi e ricreative sul mare.

In questa zona, poi, c’è Cala Monaci, la caletta che quasi 10 anni fa era stata scelta per realizzare la prima spiaggia pubblica per disabili. L’allora assessore alle Attività Marinare e Portuali Pierantonio Munno era riuscito ad intercettare fondi provinciali per realizzare una struttura removibile ad impatto zero che permetteva ai disabili di poter accedere dalla scogliera al mare senza alcuna difficoltà. Inoltre, la pista ciclabile fu realizzata partecipando ad un progetto europeo che coinvolgeva i Comuni di Mola di Bari, Polignano a Mare e Monopoli mirato ad incentivare l’uso della bicicletta e la mobilità sostenibile.

Questi progetti, purtroppo, sono stati abbandonati. Ciò che si vede ora è ciò che è stato fatto allora. Le opere non sono state completate, probabilmente perché sono venuti meno gli impegni politici e finanziari che hanno vanificato in questo modo gli sforzi fatti in quel momento. La città ha perso un’occasione importante.

Ora, giriamo la proposta alla nuova amministrazione di intervenire in quell’area, riqualificandola e mettendo in atto progetti che possano valorizzarla con aree verdi e zone ricreative dedicate, ripristinando anche il perimetro di Cala Monaci con nuove strutture e nuovi accessi al mare per disabili e per famiglie.

Oggi, la forza di un’amministrazione e di una città si valuta anche, e soprattutto, dai progetti ecosostenibili che vengono approvati ed attuati.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Santostasi ha scritto il 25 giugno 2018 alle 06:44 :

    Pia illusione. Con l'avanzamento del centro-destra a Monopoli, si punterà soprattutto all'edilizia e, quindi, allo sfruttamento del territorio con conseguente danneggiamento dell'ambiente. Il sindaco eletto, sostenuto dai soliti palazzinari, non potrà fare altro che accontentare il suo elettorato a danno della collettività considerato che ha affermato che il suo impegno sarà nel segno della continuità, tant'è che Monopoli, sono due anni, che non è più insignita della bandiera blu. Speriamo di aver sbagliato opinione, ne sarei molto contento. Rispondi a Michele Santostasi