Tutti pazzi per Internet

Franco Muolo LiveYou - Attualità
Monopoli - sabato 27 maggio 2017
Tutti pazzi per Internet

Trovo che la maggior parte degl'internauti utilizzino la Rete perché lì trovano il coraggio multimediale di attaccare "mulini al vento", consci di non subire rappresaglie e allo scopo di primeggiare nell'insensata gara dei "mi piace", perdendo il senso della realtà, specialmente quando le loro reazioni nascondono la possibilità di far del male al prossimo.

Confesso che alcuni anni fa, pensando di fare meglio, smisi di scrivere lettere ai giornali lanciando un account su Facebook. Ma dopo poco tempo mi cancellai con la convinzione di aver fatto una sciocchezza, perchè mi sembravano insulsi i commenti e le risposte dei così detti amici virtuali. Non contento della prima esperienza, alcuni mesi fa, volli ritentare di far parte dello stesso network pensando, erroneamente, di essermi isolato e che non si potesse più starne fuori. Non l'avessi mai fatto: questa volta l'"aggressione" virtuale in generale era notevolmente aumentata.

Risultato: mi sono cancellato definitivamente dopo aver maturato la certezza che, se fossi rimasto dentro, sarei impazzito. Sono tornato a scrivere le mie lettere ai giornali, con le quali il coraggio di scrivere è reale e non virtuale. Sapendo di scrivere materialmente sulla carta stampata si materializza la reazione, cosa che non succederebbe mai navigando e scrivendo sciocchezze sui social network. Dove il coraggio non é mai esercitabile.

Franco Muolo

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti