Bella la città per i turisti, ma anche per i residenti

Franco Muolo LiveYou - Attualità
Monopoli - sabato 03 giugno 2017
Bella la città per i turisti, ma anche per i residenti

"Non andare stasera nel centro storico! Non riusciresti a camminare! È pieno zeppo di turisti! È stato letteralmente preso d'assalto! Manca l'aria!". Sono le parole di un mio amico, urlate al cellulare venerdì sera 2 giugno, festa della Repubblica, primo giorno del primo "ponte" estivo del nostro Bel Paese.

La nostra eclettica Amministrazione comunale continua a vantarsi, e fa bene, di questa "pioggia d'oro" che continua a cadere copiosa sulla nostra città e usa ogni mezzo per incrementarla, tanto che ultimamente Monopoli è stata indicata da un'autorevole rivista britannica quale borgo incantevole più caratteristico e vivibile fra le cittadine "five ten" d'Europa. Certo ci sarebbe da stare tutti più tranquilli se si prestasse un po' più d'attenzione al benessere, non solo di turisti e vacanzieri del momento, ma anche dei residenti stabili di città e agro. Per fare questo, credo che non basta incrementare a dismisura l'apertura di bar, locande e pizzerie. Tanto che ora, anche molti rappresentanti di partiti politici preferiscono svolgere convegni e conferenze stampa ai tavoli e all'ombra degli ombrelloni esterni dei ristoranti più frequentati della fascinosa piazza Garibaldi, anzichè nei siti istituzionali. Ovviamente, i miglioramenti andrebbero indirizzati ai servizi. Prima di tutto alle nuove aree di parcheggio urbano. Ritengo siano esagerati sia il numero degli stalli a pagamento sia il prolungamento del divieto di sosta sulle strisce blu dalle 20,30 fino alla mezzanotte. Inoltre la raccolta dei rifiuti porta a porta andrebbe estesa anche ai sedicimila abitanti delle nostre cento contrade, uniformandola allo stesso servizio già in uso nei territori limitrofi. Si fermerebbe così il vergognoso e incivile lancio di sacchetti di plastica pieni di ogni "bendidio", nonchè l'abbandono di cianfrusaglie domestiche, frigoriferi e altri mobili fuori uso nelle vicinanze dei vecchi cassonetti della spazzatura indifferenziata.

Franco Muolo

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti