La dodicesima edizione

Tutti i gozzi del Premio Città di Monopoli. Le immagini

Cinque le professionalità premiate. Un sesto premio del sindaco al settore dell’agricoltura

Attualità
Monopoli lunedì 01 agosto 2016
di La Redazione
La premiazione di Ettore Bassi
La premiazione di Ettore Bassi © n.c.

Cinque premi ai pugliesi che, nel corso della loro vita professionale, si sono distinti in diversi settori a livello nazionale e non solo. Nella suggestiva cornice di Cala Batteria, venerdì 29 luglio, l’editore di Canale 7 Gianni Tanzariello e la show-girl Veronica Maya, madrina dell’evento, hanno assegnato il “gozzo” di Monopoli che da dodici anni caratterizza la manifestazione.

Per la categoria Giovani il premio è stato assegnato a Roberta Di Laura, 24 anni ballerina professionista, si è specializzata presso le più prestigiose Accademie internazionali. Da 4 anni è nel Consiglio Internazionale della Danza di Parigi. Ð tra gli interpreti principali, in qualità di danzatrice solista, nella produzione internazionale “Titanic Live Concert”.

Per la Cultura a vincere la Fondazione “La Notte della Taranta” che, con il Festival “La Notte della Taranta”, ha nobilitato, valorizzato e diffuso a livello internazionale uno dei settori della cultura popolare pugliese più longevi.

Per lo Spettacolo il riconoscimento è stato conferito all’attore Ettore Bassi, conosciuto al grande pubblico per i numerosi ruoli in film e fiction per la tv da “Carabinieri” a “Chiara e Francesco”, oggi il suo talento lo porta a teatro dove è apprezzato per rappresentazioni di grande spessore.

A Michele Buono il premio per il settore Informazione. Giornalista, regista, autore è da oltre quindici anni nella squadra di Report, faro dell’informazione di inchiesta in Italia.

La categoria Imprenditoria quest’anno ha visto vincitrice la società Gts Spa guidata da Alessio Muciaccia impegnata nel campo dei trasporto intermodale è, nel settore, tra i primi in Europa per volumi di merce trasportati. Si distingue anche per le sue attente politiche di welfare aziendale che rendono l’azienda un esempio sul territorio.

Oltre alle cinque categorie, come di consueto, un Premio della Città attribuito dall’amministrazione comunale. Per la dodicesima edizione il riconoscimento è andato a Cosimo Alò, 94 anni per tutta la vita si è dedicato all’agricoltura trasmettendo questa passione ai suoi figli, ben sette, oltre a nipoti e pronipoti. Alò è il simbolo di una tradizione che si tramanda da padre in figlio diffusa sul territorio cittadino e che costituisce un importante segmento dell’economia monopolitana.

La serata quest’anno ha regalato momenti di grande divertimento grazie alla coinvolgente musica della Celebration Disco Band che ha visto l’eclettico maestro Leonardo Lozupone in veste di guest star e gli esilaranti interventi del comico napoletano Antonio D’Ausilio.

Lascia il tuo commento
commenti