Producono pomodori e cetrioli con una tecnica innovativa, ammirata in tutto il mondo

Enzo Lapietra, ambasciatore del “senza suolo” in Arabia Saudita

L’imprenditore monopolitano a Ryad racconta la propria esperienza

Attualità
Monopoli giovedì 28 giugno 2018
di La Redazione
Enzo Lapietra presenta i suoi prodotti ad alcuni investitori arabi
Enzo Lapietra presenta i suoi prodotti ad alcuni investitori arabi © n.c.

Nei giorni scorsi, Enzo Lapietra, titolare insieme al fratello Pasquale dell’omonima azienda monopolitana che produce pomodori e cetrioli con metodo “senza suolo”, è stato ospite in Arabia Saudita di un meeting commerciale ad Arjwany Contracting, nella città di Ryad. L’obiettivo dell’iniziativa era un focus sulle tecniche di coltivazione su cui i Lapietra hanno fondato la propria esperienza aziendale, calato in un contesto, quello della penisola Araba, in cui la risorsa idrica è uno dei problemi principali.

La delegazione italiana, di cui Lapietra ha fatto parte, oltre a presentare il metodo di coltivazione ha anche avuto l’occasione di visitare i luoghi in cui, alcuni investitori locali acquisendo il know how dall’estero, intendono avviare la sperimentazione nella coltivazione di ortaggi.

«Parlare della nostra storia, dell’esperienza che abbiamo maturato in questi anni – spiega Lapietra all’indomani dell’esperienza saudita – fa sempre un certo effetto ma farlo in un contesto così diverso dal nostro, è tutta un’altra cosa». Gli investitori incontrati da Lapietra immaginano la realizzazione di serre per la coltivazione in “fuori suolo” in un contesto che attualmente è puro deserto: «il progetto che intendono realizzare è ambizioso ma realizzabile in un territorio – prosegue l’imprenditore monopolitano – dove la penuria di acqua e il deserto sono la quotidianità. Dal canto mio sono orgoglioso di aver potuto presentare quello che facciamo».

Lascia il tuo commento
commenti