Interrogazione scritta di Insieme per Monopoli

Tamborrino chiede lumi sul depuratore

Il consigliere comunale del centrosinistra segnala situazioni critiche presso il depuratore comunale

Attualità
Monopoli mercoledì 12 settembre 2018
di La Redazione
Depuratore comunale - AQP
Depuratore comunale - AQP © google.maps

Dal loro insediamento, i partiti di opposizione in consiglio comunale hanno iniziato la pratica di inviare un’interrogazione scritta al sindaco Annese per segnalare, discutere e cercare soluzioni ad alcuni problemi della città.

L’ultima interrogazione in ordine di tempo presentata fa riferimento alla situazione in cui versa da tempo il depuratore comunale.

Nel testo protocollato, Tamborrino scrive che «premesso che sono state rilevate nei mesi scorsi situazioni critiche presso il depuratore comunale;

che l’impronta fortemente turistica della Città è motivo di un notevole incremento in termini di carichi idraulici ed organici che impone un innalzamento della soglia di monitoraggio da parte dell’amministrazione comunale e l’attuazione di misure di prevenzione di possibili situazioni critiche;

considerato che le acque non adeguatamente trattate costituiscono un grave un rischio per la salute pubblica e l’ambiente, oltre che motivo di danno per l’immagine turistica del territorio.

Interroga il sindaco per conoscere

- se l’amministrazione è a conoscenza di criticità specifiche sulla gestione e sul rispetto delle condizioni normative dell’impianto di depurazione comunale;

- se l’amministrazione è a conoscenza di richieste di chiarimenti o altro genere di intervento sull’argomento pervenute al Comune di Monopoli nell’ultimo anno da parte di altri enti o autorità preposte al controllo;

- se sono state adottate misure e quali tese alla risoluzione definitiva o provvisoria delle esalazioni che si presentano da tempo con frequenza sistematica;

- se il Sindaco, nella sua funzione di massima autorità sanitaria locale, possa garantire al Consiglio comunale la efficienza strutturale e funzionale dell’impianto comunale di depurazione e la sua conformità alle attuali normative regionali, nazionali e comunitarie».

Domande legittime a cui Annese dovrà rispondere in maniera esaustiva, considerando anche il progetto di spostamento del depuratore a monte, proposto ed accettato anche dal Comune di Polignano a Mare. Un progetto importante e complesso che potrebbe permettere la riqualificazione di località Torre d’Orta e salvaguardare l’area marina.

Lascia il tuo commento
commenti