Nota in risposta all’interrogazione dei partiti di opposizione

Obbligo vaccinale: replica l'Amministrazione Comunale

«Decisione unanime con le scuole: nessuna Ordinanza perché in Puglia c'è un'anagrafe»

Attualità
Monopoli mercoledì 12 settembre 2018
di La Redazione
Vaccini
Vaccini © n.c.

«Nel ringraziare i consiglieri comunali di opposizione per il contributo offerto nel chiedere un’ordinanza sindacale in merito all’obbligo vaccinale, dopo un incontro con i dirigenti dei quattro Istituti Comprensivi di Monopoli, si è ritenuto fosse superflua l’emissione di tale provvedimento in quanto nella nostra regione è attiva l’anagrafe vaccinale. La decisione è stata presa nel corso della Conferenza Interistituzionale sulla scuola, organismo nato nel 2009 e presieduto dal Sindaco, che abbiamo riattivato in questa settimana». Ad affermarlo è il Sindaco di Monopoli Angelo Annese.

«Solo nelle regioni in cui non è stata ancora istituita l’anagrafe vaccinale i genitori dovranno presentare un’autocertificazione con l’obbligo di produrre le prove delle vaccinazioni effettuate entro il 10 marzo 2019. In Puglia, però, esiste un’anagrafe vaccinale che consente alla Asl di verificare la veridicità delle autocertificazioni presentate dai genitori e inviate alla Asl dalle stesse scuole», evidenzia l’Assessore alle Pubblica Istruzione Rosanna Perricci. Che precisa: «La Asl procede alle opportune verifiche e se le autocertificazioni risultano false si rischiano conseguenze penali».

«Alla luce di ciò, insieme ai dirigenti scolastici, si è ritenuto di non dover procedere con un’ordinanza sindacale», concludono Sindaco e Assessore.

Lascia il tuo commento
commenti