Tutti in piazza per il 21!

Anche un gruppo monopolitano in bici per salvaguardare il nostro futuro

Politica
Monopoli venerdì 13 gennaio 2012
di Paola Calabretto
©

Presso la Sala delle “Terre Parlanti”, si è tenuta una conferenza stampa sulla manifestazione a carattere regionale contro le trivellazioni petrolifere in Adriatico, dal nome  “La Puglia scende in piazza”, in programma a Monopoli sabato 21 gennaio prossimo. Ad intervenire, il Sindaco Emilio Romani e la coordinatrice e portavoce del Comitato No Petrolio, Si alle Energie Rinnovabili, Silvia Russo, assistiti dal consigliere comunale Angelo Annese e dall’architetto Angelo Papio.

Una manifestazione a carattere regionale, simboleggiata dal colore “giallo”, quella che si terrà in città e che, si spera, coinvolga il maggior numero di persone possibili. Una “dimostrazione di forza”, di partecipazione, di cui la nostra città e la regione Puglia hanno bisogno per bloccare le prospezioni petrolifere nel nostro mare, affinchè non si ritorni ancora una volta a mettere in pericolo il nostro ecosistema. Una manifestazione condivisa dalle istituzioni, in sinergia con tutte le associazioni ambientali e culturali, dai vari schieramenti politici, che oggi sembra la pensino alla stessa maniera almeno su questa tematica, dalla società civile, rappresentata anche da gente dello spettacolo, dai commercianti che potranno parteciparvi mediante l’esposizione di un drappo e tre palloncini gialli e dalle istituzioni scolastiche, avvertite dall’ufficio scolastico della provincia di Bari e di Lecce, che hanno provveduto ad emettere una delibera di sensibilizzazione.

Tra i possibili testimonial d’eccezione pugliese, sono stati contattati per garantire la loro presenza nomi di sicuro richiamo, quali i “Negramaro”, Checco Zalone, Caparezza, Albano e Lucio Dalla, affinchè possano anche loro contribuire a lanciare un messaggio forte.
Un dettaglio nient’affatto irrilevante, inoltre, è che Monopoli per mezza giornata sarà al centro dell’attenzione di questa regione e non solo, così come ci ha detto Romani che, con le forze dell’ordine e il corpo di Polizia Municipale, farà si che sia organizzata nel modo migliore possibile, dall’arrivo dei flussi delle persone fino al percorso stesso.

«Per i nostri cittadini monopolitani e quelli pugliesi, il messaggio più importante è quello di essere presenti – ha dichiarato il primo cittadino - per il futuro di quelle che oggi sono ricerche ma, se così continuerà, domani potrebbero diventare estrazioni, quindi operazioni abbastanza invasive che possono certamente alterare l’ecosistema e ancor di più fuorviare la coscienza energetica di un paese. È arrivato il momento di far capire ai governi che è arrivato il tempo di considerare un piano energetico nazionale che faccia capire qual è la via maestra, perché questa regione – ha spiegato - ha fatto una scelta chiara e importante: ha puntato sulle rinnovabili e ha dimostrato di saperle mettere in esercizio. Da questo punto di vista è perciò una regione avanzata che non va lasciata sola. Serve dunque una cabina di regia per capire, anche dal punto di vista normativo, come portare avanti questi settori».

Non ci rimane altro che attendere l’appuntamento del 21; l’entrata consigliata per i forestieri dalla SS 16 è quella di Monopoli Nord, il parcheggio per le auto e gli autobus situato in via Pisonio (area mercato rionale), mentre il raduno è previsto per piazza Vittorio Emanuele alle ore 9.00, postazione dalla quale partirà un gruppo di monopolitani in bicicletta col logo della manifestazione, oltre al corteo che interesserà Via G. Polignani, Via Cadorna, Largo Portavecchia, Via Papacenere, Via San Vito, Lungomare S. Maria, Largo Castello, Via O. Comes, Via Porto, Piazza Garibaldi, Via Cristoforo Colombo, Cala Fontanelle, Largo Fontanelle, Via Pintor Mameli, Via Magenta, Via Barone Ghezzi, Corso Umberto, per concludersi nuovamente in Piazza Vittorio Emanuele.

Lascia il tuo commento
commenti