Superlega

La Bcc tiene un set, poi crolla

Perugia non fa sconti in casa della New Mater e con tutti i titolari sfodera una prestazione da campioni

Volley
Monopoli mercoledì 21 febbraio 2018
di La Redazione
La Bcc al Palaflorio
La Bcc al Palaflorio © n.c.

Ci sono più di 2.000 spettatori al Palaflorio per la seconda venuta della Sir Safety Perugia, capolista indiscussa del campionato di Superlega edizione 73 e entusiasta trionfatrice in Coppa Italia solo poche settimane fa, proprio fra le mura dell'impianto barese.

E sono davvero pochi quelli che al termine del match lasciano le tribune, la maggior parte resta tutta lì aggrappata ai bordi del campo sperando in una foto ricordo con uno dei propri beniamini. Naturalmente è lo Zar il più richiesto con lo schiacciatore azzurro che non si nega restando parecchi minuti a incassare il grande affetto del popolo pugliese del volley. Con lui anche De Cecco ed Atanasjevic si sono dilungati con gli spettatori a bordo tribuna con una disponibilità che raramente si vede in altre discipline.

È il contorno, questo, di un match che Perugia ha vinto con il piglio della grande squadra, della squadra che neanche in una gara dal facile pronostico ha voluto in qualche modo mancare di rispetto all'avversario.

Coach Bernardi ha tenuto a riposo il solo Podrascanin del dream team umbro, con Ricci che gli ha scaldato il posto in attesa dei match decisivi in campionato e Coppa Campioni. Per il resto in campo il sei+uno titolare con De Cecco sempre maestoso nel dirigere i suoi compagni.

È andata dunque come era prevedibile, con l'aggravante che la Sir sfodera una prestazione monstre in battuta (16 ace) che abbattono le resistenze di una New Mater che senza Tzioumakas (a casa col mal di schiena) e Ferreira Costa (infiammazione al ginocchio) riesce comunque a stare dentro la partita nel primo e in avvio di secondo set. Con l'atteggiamento giusto e con buone letture difensive gli uomini di Lorizio restano attaccati al primo set sino al 20 pari, poi gli dei del volley tolgono dal match anche il polacco Hebda, che si procura una distorsione alla caviglia e mina la tranquillità castellanese, che infatti subisce nel finale di set il turno di servizio decisivo di Atansjievic.

Con il giovane Rossatti in campo (buona la sua prova con 6 punti), la Bcc prova a bissare la prestazione del primo set e ci riesce sino al sei pari grazie anche a Moreira e Cazzaniga positivi in attacco. Ma lo show in battuta degli umbri comincia proprio in questo momento. Atanasjievic, Russell e Zaytsev (13 ace in tre) a turno spaccano dai nove metri le resistenze pugliesi

Lascia il tuo commento
commenti